venerdì 1 agosto 2014

Olii per capelli Khadi

A differenza degli animali che perdono il pelo in determinati periodi dell'anno, l'uomo li perde tutto l'anno seguendo le fasi naturalli di nascita, crescita e caduta del capello.
La caduta dei capelli segue intervalli ben distinti e in soggetti non affetti da particolari patologie è del tutto normale perderne anche in elevate quantità.
Molti sono i fattori che incidono sul ciclo di vita dei nostri capelli: l'alimentazione, lo smog, lo stress, le conizione climatiche, la spazzola e sono poche le ragazze fortunate che si ritrovano con una chioma splendente senza dover usare prodotti specifici (invidia pazzesca).

Per questo, oggi, conosceremo le doti degli olii per capelli khadi che contengono 210 ml di prodotto e costano circa 14€ l'uno. Sono conservati in bottiglie di plastica all'interno di una scatola di cartone che riporta le istruzioni in varie lingue (l'italiano non c'è ma tradurre è il mio "campo di studi"). Si applicano sulla cute e su tutte le lunghezze, sia su capello umido che asciutto, effettuando un massaggio su tutta la testa per attivare la circolazione e per facilitare meglio l'assorbimento degli ingredienti. Passato il tempo di posa si procede con il lavaggio. 



OLIO PER CAPELLI AMLA: L'amla è una pianta orientale largamente uilizzata nella medicina ayurvedica poichè forte antiossidande e ricca di vitamina C. Quest'olio si presenta come un liquido scuro dello stesso colore della coca-cola, vagamente l'odore è proprio quello della cola o del guaranà quindi abbastanza piacevole all'olfatto. La presenza di AMLA e di HENNÈ non scuriscono minimamente il capello chiaro (era il mio maggiore timore).

INCI:

 HELIANTHUS ANNUUS (emolliente / vegetale) 
 EMBLICA OFFICINALIS (vegetale) 
 ECLIPTA ALBA (BHRINGARAJ) (vegetale)
 BACOPA MONNIERA (vegetale)
 CYPERUS ROTUNDUS (vegetale)
 SYMPLOCOS RACEMOSA (vegetale)
 OCIMUM SANCTUM (vegetale)
 AZADIRACHTA INDICA (vegetale)
 SESAMUM INDICUM (Emolliente / vegetale)
 CINNAMOMUM CAMPHORA (vegetale)
 LAWSONIA INERMIS (additivo biologico)

 PRUNUS AMYGDALUS DULCIS OIL (condizionante cutaneo)
 TOCOPHERYL ACETATE (antiossidante)
È stato il primo olio che ho provato di questa marca, sinceramente non ne sono rimasta molto colpita all'inizio, sulla forfora non fa un granchè ma ripara efficacemente le doppie punte e i capelli sembrano meno sottili e rimpolpati. Sicuramente può essere sostituito da altri olii come quello di cocco o di riso.
OLIO RIVITALIZZANTE PER CAPELLI: previene la secchezza del cuoio capelluto, dona brillantezza al capello, ripara i capelli danneggiati e previene le doppie punte.

INCI:
Palash e Indrayan stimolano la crescita del capello;  
Olio di cocco rinfresca la cute e previene la perdita dei capelli;  
Bhringaraj e Brahmi nutrono le radici; 
Fieno grecopreviene la forfora, la caduta dei capelli e le infezioni alla cute;  
Bala rinforza le radici e dà vitalità alla chioma; 
Ratan Jyot aiuta a ravvivare e mantenere il colore; 
Olio di Semi di Carota nutre in profondità il capello;  
Rosmarino per stimolare la crescita del capello e purificare la cute; 
Olio di Ricino e di Sesamo agiscono come balsami sulla lunghezza.
  TOCOPHEROL antiossidante
 CINNAMOMUM CAMPHORA vegetale
 
Di color paglia, profuma di spezie e devo dire che quando faccio gli impacchi se ne accorgono  tutti visto che sembro appena uscita da un ristorante indiano (è come immergere la testa nel condimento del pollo tandoori). L'odore risulta un po' pungente, personalmente a me non piace ma a mio fratello si, quindi è tutta questione di gusti.
Mi piace come agisce sui capelli, li lucida ed effettivamente sento il cuoio capelluto più leggero. Dopo un uso prolungato ho smesso di grattarmi e lo preferisco all'olio Alma. Su di me sembra proprio aver funzionato come riportato sulla confezione. 
Se usati insieme, questi prodotti sono molto validi ma se dovessi scegliere sicuramente opterei per il rivitalizzante. Personalmente, sui capelli asciutti, applico l'alma sulle lunghezze e massaggio il rivitalizzante sulla cute, lascio agire un'oretta o tutta la notte a seconda del tempo che ho a disposizione e procedo con lo shampo.
Da quando uso questi olii, ho smesso di usare il balsamo, ogni tanto mi concedo una maschera ma più per piacere che per necessità. Il colore è molto più luminoso e i capelli si spezzano meno. Per quanto riguarda la caduta dei capelli non ho notato un gran miglioramento ma quello dipende anche da altri fattori come vi ho già scritto all'inizio del post.
Ovviamente se siete solite usare shampi aggressivi e decidete di passare ai prodotti naturali non vi scoraggiate se i vostri capelli sembrerano fieno o spine di grano secche, con il tempo il capello si riparerà e riuscirete a trarre beneficio e ottenere una chioma favolosa! 
Un'altro consiglio, valido per tutti gli olii e di non esagerare! Ne basta veramente poco, infatti aplicandone piccole quantità durante lo shampoo andrà via facilmente e non avrete l'effetto capello unto anche dopo l'asciugatura! 



Nessun commento:

Posta un commento